https://newbrain.adrioninterreg.eu/

 

Il progetto NEWBRAIN, cofinanziato dal programma di cooperazione ADRION (prima call), è stato predisposto dalla Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centrale per consolidare un partenariato transnazionale adriatico-ionico volto a supportare gli obiettivi definiti dalla UE nell’ambito dei Regolamenti 1315/2013 e 1316/2013, che hanno stabilito le reti infrastrutturali europee ed il “meccanismo per connettere l’Europa” Connecting Europe facility.

 

Il partenariato coinvolto è così composto: Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale (Lead partner), Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale (Venezia), Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (Bari), Interporto Verona, ITL (Istituto Trasporti e Logistica), Autorità Portuale di Igoumenitsa (Grecia), Porto di Bar (Montenegro), Camera di Commercio del Pireo delle piccole e medie imprese (Grecia) e Intermodal Transport Cluster (Croazia).

Il progetto ha una durata di 24 mesi, da Dicembre 2017 a Novembre 2019.

 

Coerentemente con i principi che informano la strategia macroregionale e i suoi “pilastri” di attuazione, il partenariato di progetto integrerà in un “reticolo adriatico-ionico” le rispettive priorità infrastrutturali – con particolare riferimento al trasporto intermodale – al fine di redigere un “global project” che riesca a dare evidenza del valore aggiunto degli investimenti infrastrutturali proposti non solo a livello di singola azione, ma anche a livello integrato di rete. Viceversa, l’analisi che sarà svolta evidenzierà anche a livello di rete, gli effetti negativi in termini di mancate opportunità per gli investimenti non realizzati in ciascun specifico nodo.

 

Le principali attività previste sono:

  • Creazione di un Network Adriatico Ionico sulla logistica e l’intermodalità e adozione di una strategia congiunta di priorità infrastrutturali per ciascun nodo di rilievo transnazionale;
  • Studi su “colli di bottiglia” e fabbisogni del nodo;
  • Studi su contributo del nodo alla riduzione dell’impatto ambientale;
  • Studi di supporto alla progettazione (analisi costi benefici, studi di fattibilità, analisi economiche, finanziarie o ambientali…)
  • Partecipazione congiunta a bandi europei per infrastrutture (BEI, Cassa Depositi e Prestiti, Piano Junker, etc…)

 

Nell’ambito delle attività, un ruolo di particolare sensibilità sarà svolto dal coordinatore scientifico, soggetto che avrà come funzione di accompagnare il partenariato indicando le priorità di policy e le opportunità da privilegiare nel periodo di implementazione del progetto. A titolo di esempio, non esaustivo, il coordinatore scientifico svolgerà le attività seguenti:

  • Supportare la stesura dell’atto per l’istituzione del network NEWBRAIN, fornendo le opportune indicazioni e richiami rispetto ai più aggiornati documenti di policy inerenti la strategia macroregionale;
  • Individuare le modalità ottimali per collocare efficacemente le attività svolte nell’ambito della strategia macroregionale;
  • Supporto alla stesura dei “position papers” per promuovere le finalità del progetto e le proposte condivise dai partner in sede di comitato di pilotaggio;
  • Intervenire nei consessi opportuni a rappresentare le istanze di policy del partenariato e la consapevolezza relativamente all’approccio cooperativo promosso in area adriatico-ionica per favorire lo sviluppo delle infrastrutture.