Porto di Ancona

Il porto di Ancona si trova al centro del mare Adriatico. L’area portuale è di oltre 1,4 milioni di m2, articolata in terminal passeggeri e traghetti, terminal container e impianti per rinfuse solide. Il porto ha una funzione strategica nella Macro Regione Adriatico-Ionica, come terminal per le linee traghetto internazionali verso Grecia, Croazia, e Albania.
In particolare la rotta Ancona-Igoumenitsa-Patrasso è diventata negli anni la tratta principale tra la Grecia e l’Europa centrale. Ancona è infatti leader per il traffico Ro/Pax tra la Grecia e l’Europa centro-occidentale. Per quanto riguarda il traffico contenitori sono in corso importanti investimenti per aumentare la profondità del bacino portuale a -14 metri ed estendere la banchina esistente di 333 metri a 600 metri.

Porto di Falconara

Il porto di Falconara, con la Raffineria API, movimenta oltre 5 milioni di tonnellate di petrolio greggio e prodotti petroliferi raffinati.
Il porto si avvale di tre tipi di attracco: il pontile (lungo 1.385 metri con pescaggio tra i 5 e gli 8 metri); l’isola artificiale (per lo scarico di greggio anche ad alta viscosità oltre al carico e scarico di olii finiti e semilavorati); la piattaforma monormeggio (16 km dalla costa, 30 metri di pescaggio).