Intesa (Improving Maritime Transport Efficiency and Safety in Adriatic) è un progetto europeo co-finanziato dal Programma Interreg Italia-Croazia 2014-2020 con un’allocazione complessiva pari a circa 2.9 milioni €.

Il progetto mira ad incrementare l’accessibilità ai principali porti adriatici tramite l’adozione di sistemi IT per scambio di dati in tempo reale e strumenti di ausilio alla navigazione, come ad esempio previsioni di maree e di condizioni meteo, puntando a migliorare l’efficienza del trasporto marittimo, la sicurezza della navigazione e l’armonizzazione delle procedure nei traffici intra-Adriatici.

Nel caso di Ancona, si prevede la realizzazione di un’azione pilota, in sinergia con la Capitaneria e il Servizio dei Piloti del Porto, volta al miglioramento delle attività di soccorso in mare attraverso l’acquisizione di sistemi avanzati che assicurino il controllo di ogni situazione di navigazione, e permettano di pilotare in sicurezza anche navi di grandi dimensioni e in condizioni meteo critiche.

Il progetto INTESA ha una durata di 30 mesi (dal 1 gennaio 2019 al 30 giugno 2021) e coinvolge il seguente partenariato:

AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO SETTENTRIONALE (Capofila)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - COMANDO GENERALE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO -GUARDIA COSTIERA

RETE AUTOSTRADE MEDITERRANEE S.p.A.

AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO ORIENTALE

AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO CENTRO SETTENTRIONALE

AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO CENTRALE

AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE

AUTORITA’ PORTUALE DI RIJEKA (CROAZIA) 

AUTORITA’ PORTUALE DI PLOČE (CROAZIA)

AUTORITA’ PORTUALE DI SPALATO (CROAZIA),

MINISTERO CROATO DEL MARE, TRASPORTO E INFRASTRUTTURE, DIREZIONE SICUREZZA MARITTIMA 

CENTRO CROATO PER LA METEOROLOGIA E IDROLOGIA, DIVISIONE ANALISI E PREVISIONI METEO

 

Il Budget totale dell’Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico Centrale è di 222.500 € finanziato al 100% (fondo UE quota dell’85% e fondo di rotazione nazionale quota del 15%).