INDICATORE TEMPESTIVITA' DEI PAGAMENTI

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 1° TRIM. 2015

     INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 2° TRIM. 2015

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 3° TRIM. 2015

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 4° TRIM. 2015

     INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI ANNO 2015

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 1° TRIM. 2016

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 2° TRIM. 2016

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 3° TRIM. 2016

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI  4° TRIM. 2016

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI ANNO 2016

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 1° TRIM. 2017

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 2° TRIM. 2017

    INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 3° TRIM. 2017

 

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 4° TRIMESTRE 2017

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI ANNO 2017

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 1° TRIMESTRE 2018

 

AMMONTARE DEBITI VERSO IMPRESE AL 31 DICEMBRE 2017

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 2° TRIMESTRE 2018

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 3° TRIMESTRE 2018

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 4° TRIMESTRE 2018

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI ANNO 2018

AMMONTARE COMPLESSIVO DEBITI E NUMERO IMPRESE CREDITRICI AL 31/12/2018

 

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 1° TRIMESTRE 2019

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 2° TRIMESTRE 2019

INDICATORE TEMPESTIVITA' PAGAMENTI 3° TRIMESTRE 2019

 

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto, sul proprio sito internet, l’elenco dei 500 Enti pubblici italiani più virtuosi, ossia quelli che, a seguito dell’attivazione della piattaforma nazionale telematica sui pagamenti delle pubbliche Amministrazioni, si sono dimostrati più efficienti e più rapidi.
La rilevazione è stata effettuata tra gli Enti che, nel periodo 31 Marzo – 31 Dicembre 2015, hanno ricevuto almeno 1.000 fatture e trasmesso alla piattaforma del Ministero almeno il 75% delle fatture a loro indirizzate.

I criteri utilizzati dal Ministero per l’individuazione degli Enti virtuosi sono stati:

  • il rapporto percentuale tra l’importo delle fatture ricevute nel periodo della rilevazione e l’importo dei pagamenti effettuati;
  • il numero di giorni intercorrente tra la data di emissione della fattura e la data di pagamento;
  • il numero di giorni intercorrente tra la data di scadenza della fattura e la data di pagamento (ovvero i giorni di ritardo).

L’Autorità Portuale di Ancona, non solo è risultata tra i 500 Enti virtuosi, ma si è classificata nelle primissime posizioni dei tre criteri suindicati. In particolare, si trova all’11° posto in Italia per tempi celeri di pagamento, su oltre 7.000 Enti pubblici esistenti in Italia, al 14° per minori ritardi di pagamenti e al 17° posto per rapporto percentuale tra importo complessivo delle fatture ricevute nel periodo e importo dei pagamenti effettuati.
Il Segretario Generale Matteo Paroli ha espresso grande soddisfazione per il risultato dell’Autorità Portuale, primo Ente Pubblico nella Regione Marche nella classifica ed unica Autorità portuale tra i 500 Enti elencati, a testimonianza dell’efficienza e della professionalità dell’Ente.