Ancona: premio Cingolani a tesi su riqualificazione area arc…

15-02-2018

Un progetto per la riqualificazione urbana e architettonica dell’area archeologica del porto traianeo di Ancona. Questo il tema della tesi dell’ingegner Alessandra Gini, 29 anni, cui è stato assegnato la quarta edizione del premio di laurea “Giuseppe Cingolani”. Il riconoscimento, consegnato durante l’incontro di apertura del progetto Newbrain “Le autostrade...

Read more

Porto Ancona: obiettivo intermodalità

15-02-2018

Orizzonte intermodale per il porto di Ancona. Il cammino nell’integrazione fra il trasporto in mare e le infrastrutture viarie di terra, nell’ottica della sostenibilità, fa un ulteriore passo all’interno dello scalo dorico com’è stato spiegato durante il convegno “Le autostrade del mare nell’implementazione della strategia macroregionale Eusair”, organizzato nella sede...

Read more

Porto Ancona: progetto Newbrain per sviluppare intermodalità

13-02-2018

Potenziare il trasporto intermodale integrato e migliorare le connessioni tra i principali nodi logistici della Macroregione Adriatico Ionica. Nasce con questi obiettivi il progetto Newbrain dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, cofinanziato dal programma europeo Adrion, che ha anche lo scopo di rafforzare il coordinamento transnazionale tra gli...

Read more

Ancona: confronto tra Cna e Autorità di sistema portuale

09-02-2018

Continua senza sosta l’impegno della Cna a sostegno del porto di Ancona, motore dello sviluppo economico della città. La responsabile di Cna Produzione, Lucia Trenta, dopo il confronto dei giorni scorsi con l’assessore Ida Simonella, ha incontrato il Presidente dell’Autorità portuale di sistema, Rodolfo Giampieri, e il segretario generale Matteo...

Read more

Ancona: a scuola di porto con il progetto " Ti porto in…

05-02-2018

A scuola di porto con l’Autorità di sistema del mare Adriatico centrale. Parte la quarta edizione del progetto “Ti porto in porto” che prevede visite guidate gratuite ad Ancona per gli alunni delle scuole primarie delle Marche. L’iniziativa, cui hanno già partecipato più di 2 mila ragazzi, si svolge da...

Read more

Visita del contrammiraglio Moretti all’Autorità di sistema

30-01-2018

Un saluto che è anche una volontà comune di lavorare assieme per il futuro del porto di Ancona. La prima visita del contrammiraglio Enrico Moretti, nuovo comandante della Direzione marittima Marche, è stata all’Autorità di sistema portuale dove ha incontrato il presidente Rodolfo Giampieri, il segretario generale Matteo Paroli e...

Read more
Tutte le News

Il lavoro al centro dello sviluppo dei porti. Questo il focus del confronto fra l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale e le organizzazioni sindacali regionali e territoriali di Cgil Marche, Cisl Marche e Uil Marche. Un incontro in cui sono stati presi in esame gli investimenti programmati nei porti marchigiani di competenza dell’Adsp, Ancona, Pesaro e San Benedetto del Tronto, che stanno acquistando un ruolo sempre più strategico alla luce della riforma nazionale dei porti. Particolare attenzione è stata posta allo scalo dorico che, grazie all’impiego di una serie di risorse in infrastrutture e infostrutture, sta diventando sempre più trainante per l’economia delle Marche.

“E’ la qualità del lavoro che crea un futuro solido per l’occupazione e per lo sviluppo – ha detto Rodolfo Giampieri, presidente dell’Autorità di sistema -, un fattore che stiamo vedendo quanto sia fondamentale, in particolare, nella cantieristica di yacht e navi da crociera che sta vivendo un momento di forte crescita grazie, oltre che alla capacità imprenditoriale di innovare delle aziende, alla grande professionalità di tutta la forza lavoro impiegata”. Questa alta qualità, per Giampieri, “è l’arma vincente su cui il territorio e tutti i soggetti economici e istituzionali coinvolti possono creare un progetto condiviso di crescita legato alla blue economy oggi al centro degli interessi delle strategie di sviluppo”.

“Lo sviluppo del porto di Ancona è una chiave fondamentale di crescita dell’economia regionale e locale ed una occasione di creazione d’occupazione professionalmente qualificata e a cui garantire piene tutele – ha affermato Marco Bastianelli, segretario Cgil provinciale di Ancona -, un percorso che Organizzazioni sindacali e Autorità, assieme ad altri soggetti privati, hanno già avviato con il recente “Protocollo per la tutela del lavoro”, unico in Italia, dopo Livorno”.

E’ stato apprezzato e sostenuto, da parte dei sindacati, lo sforzo di investimenti: 75 milioni già nelle disponibilità e una volontà di incardinare il futuro del porto in quello della città che lo ospita. Per le organizzazioni sindacali, occorre ora tempestività di realizzazione e una prosecuzione nello sforzo di progettazione e recupero di ulteriori finanziamenti anche attraverso una confluenza di risorse pubbliche e private in una direzione di aumento dei volumi economici e dell’occupazione.

"E’ apprezzabile il quadro progettuale illustrato dell’Autorità portuale – ha affermato Sauro Rossi, segretario generale della Cisl Marche - perché coniuga bene la dimensione strategica e un sano pragmatismo sulle risorse messe in gioco per qualificare una infrastruttura fondamentale anche per l’economia delle Marche quale risulta essere la rete dei porti dell’Italia Centrale”.

“Le Marche rappresentano, nel contesto della Macroregione Adriatico-Ionica, una naturale piattaforma logistica che però deve svilupparsi e integrarsi per sostenere le capacità imprenditoriali e la professionalità delle maestranze – ha commentato Graziano Fioretti, segretario generale di Uil Marche -, non dobbiamo perdere questa grande occasione di maggior lavoro ed occupazione”.