Nasce dalla responsabilità e dalla consapevolezza del valore della sostenibilità ambientale la costruzione dell’accordo volontario “Ancona blue agreement”, dedicato alla tematica della qualità dell’aria nella realtà portuale. Un’intesa, che si focalizza sull’utilizzo dei carburanti delle navi, promossa dall’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale e dalla Capitaneria di porto di Ancona e sottoscritta dai rappresentanti degli armatori e delle compagnie di navigazione traghetti, in collaborazione con le agenzie marittime, che operano nel porto di Ancona.

Pur rilevando che le navi che scalano il porto dorico utilizzano combustibili con i parametri imposti dalla legge e verificati dai controlli costanti e puntuali della Capitaneria di porto di Ancona, con la firma dell’intesa volontaria, gli armatori e le compagnie di navigazione s’impegnano a far funzionare i motori principali e ausiliari delle navi con combustibile per uso marittimo con un tenore di zolfo non superiore allo 0,1% dall’ultimazione della manovra di ormeggio in porto e fino alla partenza e all’uscita dallo scalo, rispetto all’1,5% previsto dall’attuale legge.

Comunicato del 30 Novembre 2018
Porto di Ancona: accordo volontario “Ancona blue agreement


Accordo Ancona blue sgreement

Comunicato del 15 Aprile 2019
Porto di Ancona: Snav firma accordo volontario “Ancona blue agreement”


Accordo firmato dalla SNAV