ANCONA: Corso di greco al Porto

20-10-2017

Al porto per studiare greco. Organizzato dall’Accademia di lettere, scienze e arte “Angelico Costantiniana” di Roma, in collaborazione con Iemo-International emergency management organization, inizierà il 24 ottobre. Le lezioni, gratuite, si svolgeranno nella Sala Marconi dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, che patrocina l’iniziativa. Per il corso è...

Read more

Ancona: disegnato il porto del futuro nel convegno del Corri…

12-10-2017

Nella geografia di una città c'è il suo destino. Il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, è intervenuto al convegno del Corriere Adriatico "Porto, leva di valore e sviluppo territoriale: strategie, progetti, prospettive", per parlare di progetti, tempi e risorse per la crescita di questa infrastruttura, di occupazione e della sua economia...

Read more

Ancona: firmato accordo per lungomare nord

12-10-2017

Rfi-Rete ferroviaria italiana spa e il Ministero delle Infrastrutture, Autorità di sistema portuale dell’Adriatico centrale, Regione Marche, Comune di Ancona hanno firmato a Palazzo degli Anziani, alla presenza del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, l’accordo di programma “Comune di Ancona lungomare Nord – realizzazione della scogliera di protezione della linea...

Read more

San Benedetto del tronto: Autorità di Sistema e Capitaneria …

10-10-2017

L’Autorità di sistema portuale e la Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto si sono subito attivati per cercare di capire cosa possa aver provocato il disagio riscontrato dalla marineria nel percorrere l’imboccatura del porto.Si stanno compiendo gli approfondimenti tecnici per controllare le rotte utilizzate dai pescatori rispetto al...

Read more

Fincantieri: Giampieri, orgogliosi che punti su Ancona

29-09-2017

Per il presidente dell’Autorità di sistema, questa è un’opportunità per assicurare lavoro negli anni e per confermare il rilancio della cantieristica   “La scelta di Fincantieri di puntare su Ancona ci inorgoglisce. Crediamo sia il risultato di un riconoscimento dell’impegno del management e del rassicurante e professionale valore delle maestranze del cantiere...

Read more

Ancona: Porto, una giornata full

29-09-2017

E’ un porto “full”, pieno di navi, di passeggeri e di crocieristi. E’ uno di quei giorni, al porto di Ancona, in cui c’è un flusso continuo di persone e di movimento marittimo che incrementa il positivo andamento del 2017 che, da gennaio ad agosto, ha già registrato 824 mila...

Read more
Tutte le News

Parere favorevole al Piano regolatore portuale di Ortona da parte del Comitato di gestione dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale. Il procedimento si era fermato nel 2015 dopo che la Capitaneria di porto aveva completato la sua istruttoria. Con l’avvio delle attività dell’Autorità di sistema, in tempi ristretti, si è potuto analizzare il documento e formulare il parere approvato dal Comitato di gestione. I prossimi passi prevedono la Valutazione ambientale strategica da parte del Comune di Ortona e l’approvazione definitiva da parte della Regione Abruzzo.
Il nuovo Piano regolatore portuale di Ortona aggiorna la programmazione delle infrastrutture in un’ottica di mercato di lungo periodo specializzando la destinazione degli spazi in maniera da aumentare l'efficienza operativa, la competitività dello scalo e la sicurezza dei lavoratori. La delibera approvata dal Comitato di gestione dell’Adsp potenzia le infrastrutture esistenti e aumenta le superfici a disposizione in modo da consentire l’aumento dei volumi di traffico che oggi risentono delle limitazioni attuali dello scalo. Una particolare attenzione viene posta dal Piano alle connessioni ferroviarie e stradali.
Il Piano prevede una superficie di 44 mila metri quadrati per un terminal specifico per i traghetti, 151 mila metri quadrati destinati alle attività industriali e oltre 280 mila metri quadri per il terminal commerciale. Il nuovo terminal passeggeri e crociere avrà una banchina di oltre 390 metri e un piazzale di 16.900 metri quadrati. Al porto pescherecci viene destinata una superficie di oltre 22 mila metri quadri mentre l’area per la nautica da diporto sarà di 62 mila metri quadrati. Sono circa 40 mila i metri quadri a disposizione dei cantieri navali. Il nuovo Piano regolatore portuale prevede anche un terminal di più di 46 mila metri quadrati per i prodotti chimici e petroliferi e un intervento di dragaggio per una profondità del bacino portuale tra i 10 e i 13 metri.
“La prossimità tra la fonte decisionale e il territorio – commenta il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri - è fondamentale per conseguire questi risultati in tempi compatibili con le esigenze degli operatori che stanno sul mercato”.