Porti: Giampieri in gruppo lavoro sostenibilità Assoporti

24-04-2018

Il presidente dell’Autorità di sistema, Rodolfo Giampieri, è stato nominato componente del gruppo di lavoro “Sviluppo sostenibile”, costituito da Assoporti, l’associazione di riferimento dei porti italiani. La commissione, cui partecipano anche Massimo Deiana, presidente Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna, Carla Roncallo, presidente Adsp mar Ligure orientale, Francesco...

Read more

Porti Marche: confronto Autorità di Sistema Mare Adriatico C…

16-04-2018

Un confronto sull’economia del mare con i neoparlamentari eletti nelle Marche. Un primo incontro per cominciare a costruire un rapporto operativo con i rappresentanti marchigiani di Camera e Senato, presenti in rilevante numero di 15, che si è svolto oggi nella Sala Marconi dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico...

Read more

Ancona: la "Fontana dei due soli", ci prendiamo cu…

13-04-2018

Si sono conclusi di lavori di manutenzione della “Fontana dei due soli” di Enzo Cucchi. La Fontana, patrimonio della città e del suo Porto Antico, simbolo di accoglienza e oggetto vissuto da migliaia di persone con grande affetto e partecipazione, ha bisogno, infatti, della massima cura. I lavori hanno riguardato la...

Read more

ANCONA: la prima “LEZIONE” di “TI PORTO IN PORTO”

12-04-2018

Tutti a scuola di porto con “Ti porto in porto”. E’ partita oggi la quarta edizione del progetto dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale che prevede visite guidate gratuite ad Ancona per gli alunni delle scuole primarie delle Marche. La prima scuola è stata la primaria “Massimo D’Azeglio”...

Read more

Ancona: raccolta fondi Natale Comunità Portuale a Patronesse…

06-04-2018

Dal porto al porto, andata e ritorno sulla direttrice della solidarietà. Le associazioni Amici del porto antico e Stella Maris hanno consegnato all’associazione Patronesse Salesi i fondi raccolti in occasione delle feste natalizie e della manifestazione “Babbi Natale in sup”, che era stata organizzata a dicembre nello scalo dorico con...

Read more

Ortona: parte la nuova stagione delle crociere

05-04-2018

Il debutto della stagione 2018 delle crociere nel porto di Ortona è affidato alla nave Artemis. Il primo approdo sarà sabato 7 aprile, alle 7.30, con arrivo da Pesaro e destinazione Termoli. Il porto di Ortona è anche quest’anno inserito nell’itinerario che da Venezia arriva a La Valletta, capitale di...

Read more
Tutte le News

Parere favorevole al Piano regolatore portuale di Ortona da parte del Comitato di gestione dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale. Il procedimento si era fermato nel 2015 dopo che la Capitaneria di porto aveva completato la sua istruttoria. Con l’avvio delle attività dell’Autorità di sistema, in tempi ristretti, si è potuto analizzare il documento e formulare il parere approvato dal Comitato di gestione. I prossimi passi prevedono la Valutazione ambientale strategica da parte del Comune di Ortona e l’approvazione definitiva da parte della Regione Abruzzo.
Il nuovo Piano regolatore portuale di Ortona aggiorna la programmazione delle infrastrutture in un’ottica di mercato di lungo periodo specializzando la destinazione degli spazi in maniera da aumentare l'efficienza operativa, la competitività dello scalo e la sicurezza dei lavoratori. La delibera approvata dal Comitato di gestione dell’Adsp potenzia le infrastrutture esistenti e aumenta le superfici a disposizione in modo da consentire l’aumento dei volumi di traffico che oggi risentono delle limitazioni attuali dello scalo. Una particolare attenzione viene posta dal Piano alle connessioni ferroviarie e stradali.
Il Piano prevede una superficie di 44 mila metri quadrati per un terminal specifico per i traghetti, 151 mila metri quadrati destinati alle attività industriali e oltre 280 mila metri quadri per il terminal commerciale. Il nuovo terminal passeggeri e crociere avrà una banchina di oltre 390 metri e un piazzale di 16.900 metri quadrati. Al porto pescherecci viene destinata una superficie di oltre 22 mila metri quadri mentre l’area per la nautica da diporto sarà di 62 mila metri quadrati. Sono circa 40 mila i metri quadri a disposizione dei cantieri navali. Il nuovo Piano regolatore portuale prevede anche un terminal di più di 46 mila metri quadrati per i prodotti chimici e petroliferi e un intervento di dragaggio per una profondità del bacino portuale tra i 10 e i 13 metri.
“La prossimità tra la fonte decisionale e il territorio – commenta il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri - è fondamentale per conseguire questi risultati in tempi compatibili con le esigenze degli operatori che stanno sul mercato”.